assaggialibri – “Maydala Express”

Maydala Express, Pierdomenico Baccalario, Davide Morosinotto, Piemme, 2011Maydala Express

Finally vive nell’immensa stazione ferroviaria della Città Grigia e lavora per la società che controlla i treni di tutto il mondo. Ogni giorno sogna di scappare e così, quando trova per sbaglio nella tasca della sua tuta da lavoro un pezzo di carta che si rivela essere il Biglietto per l’unica compagnia ferroviaria indipendente, non ha dubbi. In un attimo è già a bordo del Maydala Express. Nuovi amici, soste in luoghi che non aveva mai neanche immaginato potessero esistere. ma chi si nasconde dietro Lemury Nevsky? Chi fa muovere il treno che sembra non avere un macchinista? E come mai quello è l’unico treno indipendente? Ma soprattutto… chi è il più grande viaggiatore di tutti i tempi?

Un assaggialibro:

Il ragazzo si soffermò per un attimo sul cappello a cilindro appeso all’attaccapanni vicino alla porta. Era una tuba di feltro, del tipo basso usato dagli spazzacamini, ma era bianca come il latte. Sopra la tesa, nel nastro di seta candida era infilata una primula. Accanto al cappello c’era una maschera dello stesso colore, un ovale di cuoio rigido che nascondeva il volto e lasciava liberi solo gli occhi.

Hai visto,papà? – sussurrò Lem – ovunque tu sia, adesso, potrai essere fiero di me.