assaggialibri – “In viaggio verso di me”

In viaggio verso di meIn viaggio verso di me, Morgan Matson, Mondadori, 2011

È un anno terribile per Amy: sua mamma ha deciso di trasferirsi dall’altra parte degli Stati Uniti per seguire il figlio, inserito in una comunità di recupero. Amy li dovrà seguire, una volta terminati gli esami. Dovrà attraversare l’America con l’auto di famiglia. C’è solo un problema: non è facile lasciare la casa in cui si è cresciuti, la città che si ama, e soprattutto ricominciare a guidare dopo la perdita dell’adorato papà, proprio in un incidente d’auto. Per fortuna con lei ci sarà Roger, un amico d’infanzia quasi dimenticato che però si rivela un imprevisto compagno di viaggio. All’inizio c’è imbarazzo, ma Amy e Roger imparano presto a conoscersi: si raccontano piano, si scoprono grazie alle piccole cose. E così che decidono di deviare dal percorso messo a punto dalla madre di Amy, ispirati dal bisogno di vivere senza sconti le proprie emozioni. Ed è così che un viaggio obbligato si trasforma in un’avventura on the road, fatta di tanta musica, feste al college, continui stop in fast-food e stazioni di servizio, incontri sorprendenti e paesaggi indimenticabili. Con una valigia zeppa di ricordi e vestiti nuovi Amy proverà a reinventarsi e a trovare la sua strada. Il viaggio è solo all’inizio.

assaggialibri – “Furto al museo”

Crime club. Furto al museoFurto al museo, Ally Carter, De Agostini, 2011

Non è facile far parte della famiglia Bishop. A tre anni Katarina è andata al Louvre con i suoi genitori, per un sopralluogo prima di un colpo. A sette, suo zio Eddie l’ha trascinata in Austria per rubare i gioielli della Corona. Oggi è adolescente ed è pronta per il suo primo grande raggiro. L’obbiettivo? Frequentare il college più famoso del Paese e “tagliare i ponti” con il passato. Ma diventare una ragazza qualunque non è semplice come sembra… soprattutto quando un potente gangster è convinto che suo papà gli abbia rubato la sua inestimabile collezione d’arte. A Kat non rimane che una cosa da fare per aiutarlo: rintracciare il vero colpevole e rispolverare le sue fenomenali doti di ladra.

un assaggialibro:

-È una follia – sbottò Kat più a beneficio si se stessa che di Hale. – Rubare a questo Visily Romani, chiunque sia, è una cosa. Ma rubare… allo Henley? Cioè, anche se lo facessimo… – disse alzando lo sguardo verso Hale che cercava di tenere il passo – si tratta dello Henley

– Sì – confermò lui con tono tranquillo.

– nessuno ha mai rubato un quadro allo Henley –

– Sì – ripetè Hale, sentendo l’eccitazione salire.

Kat si fermò – Noi ne dovremo rubare cinque –

– Be’ tecnicamente, li ri-ruberemo – precisò lui con tono secco – È come raddrizzare un torto –

assaggialibri – Sherlock, Lupin & io

Sherlock, Lupin & io. Il trio della Dama Nera, Irene Adler, Alessandro Gatti, Piemme, 2011Il trio della Dama Nera. Vol. 1

Sherlock Holmes, Arsène Lupin e Irene Adler si incontrano per la prima volta a Saint-Malo, da ragazzini, nell’estate del 1870. Dovrebbero essere tutti e tre in vacanza, ma la sorte decide diversamente. I ragazzi infatti si ritrovano coinvolti in un vortice criminale: una collana di diamanti svanisce nel nulla, un uomo senza vita viene ritrovato sulla spiaggia e una sagoma scura appare e scompare sui tetti della città. La polizia brancola nel buio. Toccherà a qualcun altro risolvere il caso…

un assaggialibro:

Rimanemmo ancora un po’ seduti fuori da villa Ashcroft, facendo mille ipotesi sugli avvenimenti che ci stavano accadendo intorno, con l’incoscienza di quell’età meravigliosa. Eravamo molto affiatati: eravamo tre amici, tre gocce d’acqua. E nessuno di noi si poneva ancora troppe domande su cosa fosse giusto e cosa fosse sbagliato fare. Eravamo allegri, inquieti e coraggiosi. Giocavamo con la vita delle persone che ci giravano intorno con la più sconsiderata imprudenza. Forse perché la vita non aveva ancora iniziato a giocare con noi